You are here

Società Teosofica

Lettera №2. Condizioni di comunicazione con il Maestro

Submitted by Lotos on 21 January, 2015 - 18:57

Signore e Fratello Stimatissimo, nella nostra corrispondenza continueremo a fraintenderci finche non sarà chiarito completamente che la scienza occulta ha i propri metodi di ricerca precisi ed arbitrari quanto quelli della sua antitesi, la scienza fisica. La seconda ha le sue leggi come la prima; e colui il quale vuole varcare i confini del mondo invisibile non può stabilire in anticipo in qual modo procedere, come il pellegrino che cerca di penetrare nei sotterranei recessi di L’Hassa. - la benedetta - non potrebbe mostrare il cammino alla propria guida. I misteri non sono mai stati né potranno mai essere alla portata della grande massa, no, fino al giorno auspicato in, cui la nostra filosofia religiosa diventerà universale. In ogni tempo solo una minoranza appena apprezzabile di uomini possedette i segreti della natura, sebbene delle moltitudini abbiano potuto sincerarsi in modo pratico della possibilità di ciò. L’adepto è la rara efflorescenza di una generazione d’investigatori; e per diventare tale, egli deve seguire l’impulso interiore della propria anima senza rispettare le prudenti considerazioni della scienza mondana e della sagacia. Il vostro desiderio è di potere comunicare con uno di noi direttamente, senza l’intervento di Madame Blavatsky o di altri agenti. La vostra idea, se ho ben capito, sarebbe di avere tali comunicazioni sia per mezzo di lettere - come la presente che per mezzo di conversazioni dirette, così da avere la guida di uno di noi nel dirigere e specialmente nell’istruire la Società.  [...leggi tutto about Lettera №2. Condizioni di comunicazione con il Maestro]

Subscribe to RSS - Società Teosofica