You are here

Buddha

Semplicità, bellezza, coraggio

Submitted by Lotos on 22 February, 2015 - 14:53

Tanto è benedetta nell’azione la fiducia in se stessi, quanto è disastroso l’orgoglio. L’orgoglio è nemico della semplicità. Perfino grandi menti ne sono malate, e devono tornare a faticare per altro tempo, finché non svellono questo rude involucro. Una delle condizioni che ostacolano è la mancanza di semplicità. Si possono calzare sandali, senza essere semplici. In semplicità si può edificare il tempio più grande.
Semplicità, bellezza, coraggio — Cristo e Buddha non parlarono d’altro. È una benedizione se lo spirito vibra a questi precetti. Vi rendete conto che anche Noi cerchiamo di usare le parole più semplici, solo per affrettare la rovina della Torre di Babele? Dite dunque che ridurremo in cenere i dizionari, se delle incisive parole del Cristo hanno fatto un mucchio di concetti selvaggi. Fu detto, semplicemente: “Non pregare in altro modo che in spirito”.
 [...leggi tutto about Semplicità, bellezza, coraggio]

Quando le date si approssimano, si può inaugurare l’opera creativa

Submitted by Lotos on 10 February, 2015 - 16:20

Gli uomini non ascoltarono la preghiera pronunciata dal Cristo quando lasciò la Terra. Anche la preghiera proferita dal Buddha fu ignorata dagli uomini. Ma la preghiera che sarà detta da Maitreya percuoterà come un fulmine i cancelli dello spirito umano. Così si stratifica la Terra e si crea la coscienza spirituale. Quando le date si approssimano, si può inaugurare l’opera creativa. Il potere creativo delle Origini mantiene il ritmo, senza ritardi né anticipi. La costruzione delle sfere superiori va di pari passo con la vita planetaria. La portata dell’azione costruttiva dello spirito che stia per completare la propria vita planetaria è così complessa, che si può ben dire che esiste una duplice attività costruttiva, e lo spirito si manifesta allora come guida della vita. Nell’ultimo gradino lo spirito non può affermarsi nelle forme esistenti; infatti, la tensione verso forme nuove pervade potentemente la coscienza e lo spirito. Le parvenze delle forme esistenti corrispondono ben poco alla bellezza del futuro.
Io attesto che molti sono i misteri nella vita di chi sta per divenire Arhat.  [...leggi tutto about Quando le date si approssimano, si può inaugurare l’opera creativa]

Il “Leone” Benedetto

Submitted by Lotos on 3 February, 2015 - 20:16

Disse il Benedetto: “La Verità è la sola fonte del coraggio”. La verità correttamente
intesa è il più bel capitolo di saggezza nel libro del Cosmo.
[Foglie del giardino di Moria II, 255]

Noi espelliamo tutta la paura. Gettiamo al vento le piume variopinte della paura: le turchine del gelido terrore, le verdi del tremulo tradimento, le gialle del segreto strisciare, le rosse del cuore in tumulto, le bianche della reticenza, le nere della caduta nell’abisso. È bene ricordare i tanti volti della paura, che in qualche angolo non si posi una piccola piuma grigia di vaga compiacenza, o qualche peluria d’impazienza, dietro le quali sta sempre l’idolo della paura. Le ali della paura portano in basso.
Il “Leone” Benedetto, cinto di audacia, ha comandato di insegnare il coraggio. Se nuotate al massimo delle vostre forze, dove vi porta anche l’onda più terribile? Solo più in alto. E tu, seminatore, se getti semi, puoi ben attenderti un raccolto. E tu, pastore, quando conti il gregge, accendi un lume.
[Comunità, 41]  [...leggi tutto about Il “Leone” Benedetto]

Lettera №15. Spiriti Planetari

Submitted by Lotos on 26 December, 2014 - 22:09

<...> Solo le nostre leggi sagge ed inviolabili proibiscono agli adepti, cioè agli spiriti incarnati, di assoggettare completamente a sé un’altra volontà più debole - quella dell’uomo libero. Quest’ultimo modo d’agire è il preferito dei “Fratelli dell’Ombra”, degli Stregoni, degli Spiriti Elementari, ed eccezionalmente - degli Spiriti Planetari superiori, coloro i quali non possono più sbagliare. Ma questi appaiono sulla terra solo all’origine d’ogni nuova specie umana, all’incontro ed alla chiusura dei due estremi del grande ciclo. Essi restano con l’uomo solo il tempo richiesto perché le verità che insegnano s’imprimano nella mente plastica delle nuove razze tanto vividamente da impedirne la dispersione o la completa dimenticanza nelle epoche future, fra le generazioni future. La missione dello Spirito Planetario è quella di dare la NOTA - CHIAVE DELLA VERITÀ. Dopo avere diretto ininterrottamente le vibrazioni di questa lungo la catena di quella razza e fino al termine del ciclo - l’abitante della sfera abitata superiore scompare dalla superficie del pianeta fino alla prossima “resurrezione della carne”. Le vibrazioni della Verità Prima sono chiamate dai vostri filosofi “idee innate”. <...>  [...leggi tutto about Lettera №15. Spiriti Planetari]

Lettera №13. Note cosmologiche

Submitted by Lotos on 26 December, 2014 - 21:31

<...> (3) Domanda: I mondi degli effetti si trovano fra i mondi in attività nella serie discendente?

(3) Risposta: I mondi degli effetti non sono loka o località. Essi sono l’ombra del mondo delle cause, che sono le loro anime - mondi che, come gli uomini, hanno i loro sette principi che si sviluppano e crescono contemporaneamente al corpo. Così il corpo dell’uomo si lega e rimane sempre nel corpo del suo pianeta; il suo principio vitale individuale jivatma, ciò che in fisiologia è chiamato spirito animale, ritorna dopo la morte alla propria sorgente - Fohat; il suo linga sharira sarà attratto da Ahasha; il suo Kamarupa si riunirà alla Shakti Universale - la Forza di Volontà o energia universale; la sua “anima animale”, presa in prestito dall’alito della Mente Universale, ritornerà ai Dhyan Chohan; il suo sesto principio - assorbito o emesso dalla matrice del Grande Principio Passivo - deve rimanere nella propria sfera o come parte del materiale grezzo o come entità individualizzata che deve rinascere in un mondo di cause superiore. Il settimo principio lo porterà fuori dal Devachan e seguirà il nuovo Ego fino al luogo della rinascita...  [...leggi tutto about Lettera №13. Note cosmologiche]

Subscribe to RSS - Buddha