You are here

battaglia

Bisogna intendere quanto sono utili le prove

Submitted by Lotos on 27 January, 2015 - 19:18

Anche i migliori fra gli amici si mettono alla prova a vicenda, con abili mosse agli scacchi o con cacce pericolose. Anche in una fortezza assediata le milizie eseguono manovre, per rimanere in costante esercizio. E i perdenti non per questo si ritengono offesi, e chi vince non se ne vanta, perché si tratta di semplici esercitazioni di addestramento.
Ricordo che una volta la “Luce degli Occhi”, Jehangir, venne di corsa a lamentarsi che il suo compagno di gioco, Jeladin, lo aveva urtato rudemente. Gli domandammo: “Come avvenne?”. “Jehangir era il cacciatore, e Jeladin la tigre”. Dissi allora: “Sarebbe strano che una tigre si fosse mutata in una colomba. Ringrazia il tuo amico, che ha imitato per te la furia di una belva. Domani andremo a caccia di tigri vere, e farai vedere cosa sai fare. Ma ricorda che chi è al comando non si lamenta mai”. Ciò avvenne al tempo di Akbar, colui che unificò l’India.
Si devono sempre rammentare gli obblighi imposti dal riconoscimento della Gerarchia. Bisogna intendere quanto sono utili le prove, altrimenti quella luce che sprizza solo in battaglia finirà per offuscarsi. La luce della battaglia e dell’ardimento è la più preziosa.  [...leggi tutto about Bisogna intendere quanto sono utili le prove]

Subscribe to RSS - battaglia