You are here

Qualità positive

La gratitudine è una delle qualità principali della giustizia

Submitted by Lotos on 22 October, 2017 - 13:13

La gratitudine è una delle qualità principali della giustizia. Senza giustizia non si perviene al sentiero del grande Servizio. Indicandovi la necessità della gratitudine, semplicemente vi assistiamo nel grande Servizio. La gratitudine, che bella qualità! Accende facilmente il fuoco del cuore e riempie lo spirito di nobiltà, come alla presenza dell’Immagine del Signore. L’ingrato, infatti, è per prima cosa ignobile. Per Noi la nobiltà è un bene accumulato in vite precedenti, mentre sulla Terra la nobiltà è considerata una semplice questione di nascita. La gratitudine è da coltivare in special modo, perché è sorella della lealtà. Bisogna capire che talvolta è molto difficile per il Maestro combinare le possibilità migliori. Bisogna sapere come assisterLo con il fuoco del proprio cuore.  [...leggi tutto about La gratitudine è una delle qualità principali della giustizia]

Il sentiero del Grande Servizio

Submitted by Lotos on 25 December, 2015 - 22:38

Per servire nelle costruzioni cosmiche è indispensabile un mutamento di coscienza. Sbagliare è possibile. Si può essere assolti anche dall’errore più grande se la fonte è pura; ma solo una coscienza illuminata può giudicare questa purezza. Solo una coscienza espansa è capace di servire con gioia. Ricordate che ogni triennio segna un passo nello sviluppo della coscienza; inoltre ogni sette anni si rinnovano i centri. Imparate a capire che le date della coscienza non si ripetono, e quindi non lasciatele sfuggire.
A chi intende iniziare il sentiero del Grande Servizio è giusto domandare a cosa vuole rinunciare. Si aspetta forse di realizzare i sogni più belli? O vorrebbe conquistare ricchezze terrene con un grano di fede e avere mansioni che non si addicono alla sua coscienza?
È impossibile enumerare i mezzi per espandere la coscienza, ma tutti comportano di realizzare la verità e il sacrificio di sé.  [...leggi tutto about Il sentiero del Grande Servizio]

Severità e crudeltà sono cose ben diverse fra loro

Submitted by Lotos on 29 November, 2015 - 14:12

Severità e crudeltà sono cose ben diverse fra loro. Ma gli uomini non sanno distinguere fra l’armonia della severità e gli spasimi della crudeltà. La severità è un attributo della giustizia, la crudeltà è misantropia. La crudeltà non conduce certo alla Fratellanza. La severità si manifesta come un cerchio, mentre la crudeltà è segno di pazzia. Non si deve intendere la crudeltà come una malattia: simile al turpiloquio, essa è solo l’espressione di una natura ignobile.
Lo stato deve colpire con le sue leggi entrambi questi germogli del male. Già nelle scuole elementari si devono inculcare quei principi che chiariscono l’inammissibilità di questi gravissimi spregevoli difetti.  [...leggi tutto about Severità e crudeltà sono cose ben diverse fra loro]

Il Messaggero di Fuoco vi ha dato la spada del coraggio

Submitted by Lotos on 27 September, 2015 - 08:08

Mostrerò il potere delle tenebre
a chi è capace di vincerle.
Gli uomini non capiscono la loro felicità.
Io sono il Custode della vostra felicità.
Il Messaggero di Fuoco vi ha dato la spada del coraggio.
Sappiate che la via è stata segnata, seguitela.
Seguite la vostra via.  [...leggi tutto about Il Messaggero di Fuoco vi ha dato la spada del coraggio]

Grande potere della fede senza veleno dello scetticismo

Submitted by Lotos on 17 June, 2015 - 07:30

A un artista fu ordinato un tempo di rappresentare simbolicamente la fede. Egli fece una figura umana dall’aspetto irremovibile. Il volto era levato al cielo, ed esprimeva un impegno irriducibile, e lo sguardo emanava una radianza infuocata. Tutta la figura era sublime, ma fra le pieghe della veste si scorgeva un piccolo serpe nero che sembrava contorcersi. A chi gli domandò cosa fosse quell’elemento oscuro, estraneo allo splendore dell’immagine, rispose: “È la piccola coda dell’incredulità”.
Ciò significa che anche in una grande fede può insinuarsi sovente il piccolo serpente dello scetticismo. Attenti a questa serpe velenosa. Sono piccoli serpenti che spandono molto veleno.
Basta una goccia di quel veleno per annientare la fede più radiante. Molto si è detto sul grande potere della fede, ma a patto che sia una fede totale, e senza veleno.  [...leggi tutto about Grande potere della fede senza veleno dello scetticismo]

Bisogna distinguere fra sdegno dello spirito e irritazione

Submitted by Lotos on 6 June, 2015 - 14:17

Bisogna distinguere fra sdegno dello spirito e irritazione. Il fuoco dell’irritazione è di due specie. Quando l’irritazione è di natura cosmica impersonale, il suo veleno può essere rimosso con una corrente di prana. Ma quando sentimenti nocivi, come la presunzione o la pietà di sé, intensificano l’irritazione, quel sedimento velenoso precipita nei centri. E allora non c’è modo di espellerlo; lo si può eliminare solo sviluppando la percezione cosmica.
Si deve capire che la qualità del pensiero fa guarire. La gratitudine, allo stesso modo, è il miglior purificante dell’organismo. Chi ha trovato il seme e compreso la cura premurosa del Seminatore, può emettere gratitudine nello spazio. Grande è il potere curativo della gratitudine emanata. Qualsiasi astrazione deve essere trasformata in realtà.  [...leggi tutto about Bisogna distinguere fra sdegno dello spirito e irritazione]

Discriminate dunque con cura fra residui assurdi e vie di approccio alla bellezza

Submitted by Lotos on 6 June, 2015 - 07:55

Urusvati ha ragione di rammaricarsi per certi rituali che persistono pur essendo superati. La Saggezza eterna è una cosa, ma i riti logori e antiquati che intralciano il progresso sono cosa ben diversa. Relitti nocivi sono presenti in tutti i campi. Si annidano ovunque: fra i manti regali, nelle toghe, in tutti i vestimenti. Hanno perso il senso originario, e non si riesce più a capire come simili assurdità convenzionali potessero esprimere simboli elevati. In antico certi rituali che paiono strani avevano un preciso significato, che ora è stato del tutto dimenticato.
In passato i Capi di Stato svolgevano il loro lavoro assieme alle massime funzioni spirituali, e sovente erano alla testa di società dai fini nobilissimi. Col tempo questi incarichi si perdettero, e i governanti rimasero semplici funzionari di istituti insignificanti e persino dannosi. Se ne vedono esempi ovunque. È davvero triste che restino pochi esigui brandelli di rituali, e tuttavia serbano ancora un senso interiore, ma in mani ignoranti persino questi frammenti sono pericolosi. Noi cerchiamo di purificare o eliminare i resti dei rituali, perché oscurano le coscienze.
 [...leggi tutto about Discriminate dunque con cura fra residui assurdi e vie di approccio alla bellezza]

Non abbandonate la Terra derelitta

Submitted by Lotos on 5 April, 2015 - 07:17

Non abbandonate la Terra derelitta. Realizzare i mondi lontani deve espandere la coscienza, ma non è giusto distogliersi dai dolori del pianeta. Altrimenti tutti prenderebbero il volo, abbandonando il proprio focolare. Quel che conta è saper commensurare, sì da eliminare il conflitto fra cielo e terra.  [...leggi tutto about Non abbandonate la Terra derelitta]

La comprensione della bellezza trarrà in salvo il mondo

Submitted by Lotos on 12 March, 2015 - 07:25

Il pensiero puro, saturo di bellezza, indica la via del vero. I divieti e le rinunce prescritte da vari Insegnamenti tenevano conto di una coscienza limitata. Ma la coscienza espansa libera l’uomo da molte catene e afferma il progresso. Vite vissute nobilmente consentono di partire liberi e generosi per tornare da vincitori. Chi procede cosciente del bello non può andare confuso. È solo la confusione che blocca la via.
Non è del tutto esatto dire che la bellezza salverà il mondo. È più giusto dire che la comprensione della bellezza trarrà in salvo il mondo.
Si possono superare ostacoli di bruttura verso un faro di bellezza, spargendo semi innumerevoli. Se si è capaci di creare un giardino di bellezza, non c’è nulla da temere. Non c’è stanchezza quando il giardino dello spirito accoglie i nuovi venuti.  [...leggi tutto about La comprensione della bellezza trarrà in salvo il mondo]

Tags:

Semplicità, bellezza, coraggio

Submitted by Lotos on 22 February, 2015 - 14:53

Tanto è benedetta nell’azione la fiducia in se stessi, quanto è disastroso l’orgoglio. L’orgoglio è nemico della semplicità. Perfino grandi menti ne sono malate, e devono tornare a faticare per altro tempo, finché non svellono questo rude involucro. Una delle condizioni che ostacolano è la mancanza di semplicità. Si possono calzare sandali, senza essere semplici. In semplicità si può edificare il tempio più grande.
Semplicità, bellezza, coraggio — Cristo e Buddha non parlarono d’altro. È una benedizione se lo spirito vibra a questi precetti. Vi rendete conto che anche Noi cerchiamo di usare le parole più semplici, solo per affrettare la rovina della Torre di Babele? Dite dunque che ridurremo in cenere i dizionari, se delle incisive parole del Cristo hanno fatto un mucchio di concetti selvaggi. Fu detto, semplicemente: “Non pregare in altro modo che in spirito”.
 [...leggi tutto about Semplicità, bellezza, coraggio]

Pages

Subscribe to RSS - Qualità positive