You are here

Maestro

Il grande Pellegrino rivolgeva la gente all’Altissimo con un solo sguardo

Submitted by Lotos on 26 February, 2017 - 13:08

Urusvati sa che il grande Pellegrino rivolgeva la gente all’Altissimo con un solo sguardo. I discepoli stupivano nel vederLo lavorare con loro per il pane quotidiano. A un tale principio si attennero anche altri Nostri Fratelli. Uno di loro, quando fu imperatore, ripeteva all’inizio del pasto: “Forse mi sono guadagnato il pane”. Alcuni dei discepoli più zelanti se ne andarono proprio per il continuo lavoro. Ne conoscete un esempio in un paese del Nord.
Il Maestro soleva dire: “Amici, avete sempre molto tempo per ogni cosa, ma solo pochi istanti per l’Altissimo. Se aveste dedicato all’Altissimo solo il tempo che avete sciupato nella sala da pranzo, ora sareste dei maestri!”. Così, in modo pratico, insegnava i vantaggi del pensiero elevato.
Diceva anche: “Se offrite tutto il cuore, sentirete il forte legame che vi unisce al Cuore supremo.”
E ancora: “Non disturbate chi è immerso nella preghiera. Un’interferenza sconsiderata potrebbe ferirlo nel cuore.”
Diceva anche: “Siate puliti. Sciacquate la bocca dopo mangiato. Non assumete sostanze intossicanti: quella pazzia vi riduce peggio delle bestie.”
 [...leggi tutto about Il grande Pellegrino rivolgeva la gente all’Altissimo con un solo sguardo]

Affrettiamoci a capire il Maestro

Submitted by Lotos on 5 August, 2016 - 13:28

Affrettiamoci, affrettiamoci a capire il Maestro! Circondiamolo con le mura protettive della devozione, così saremo anche noi nella fortezza. Dopo aver peregrinato alquanto senza meta, capirete che dov’è il Maestro c’è sempre la vittoria, mentre la sconfitta ha luogo quando si è tradito il Maestro. Dove sta la sconfitta, lì ci curvammo a strappare e demolire il proposito del giusto fine. Nella sconfitta respingemmo la freccia esperta dell’aiuto. Possiamo asserire che nell’ora del pericolo diremo il Nome del Maestro? Siamo capaci di rendere testimonianza del Suo Nome?
Sappiamo esultare di gratitudine per il Maestro? O ci chiediamo talvolta perché l’Insegnamento non si adatta alle nostre abitudini? Perché l’Insegnamento disturba la nostra pigrizia? Perché siamo risvegliati da un sonno che vogliamo giustificare?
 [...leggi tutto about Affrettiamoci a capire il Maestro]

Il Maestro è il Faro che lo guida

Submitted by Lotos on 3 July, 2016 - 16:40

L’idea di obbedire a un Maestro è estranea all’umanità. Eppure, come potrebbe uno spirito restare sconfitto se il Maestro è il Faro che lo guida? Come può il fuoco del discepolo spegnersi se il Maestro accende tutti i fuochi? Come potrebbe lo Scudo del Maestro ostacolare l’allievo se è già ispirato dal Maestro? Nella coscienza umana è appena fioco il desiderio di impegnarsi in mutua cooperazione. Ma l’uomo deve imparare ad agire indipendente e a far suoi i pensieri emessi dal Maestro. Così la Mente cosmica evolve; e l’uomo deve imparare a costruire in maniera superiore. In verità, chi emula il Maestro ne assimila l’Immagine.  [...leggi tutto about Il Maestro è il Faro che lo guida]

Un premio

Submitted by Lotos on 26 June, 2016 - 17:11

A chi vi chiede un premio, narrate questa parabola:
“Un uomo dava molto denaro per opere di bene, ma si attendeva un compenso. Un giorno il suo Maestro gli mandò un sasso, con queste parole: ‘Accetta in premio il tesoro della stella lontana.’
L’uomo si indignò. ‘Mi viene data una pietra in cambio del mio oro! Che m’importa di una stella lontana?’.
E, irritato e avvilito, gettò la pietra in un torrente di montagna.
Ma venne il Maestro e gli disse: ‘Ti è piaciuto il tesoro? Quel sasso contiene il più splendido dei diamanti, ben più scintillante delle gemme terrestri.’
L’uomo disperato corse al torrente. E seguendo la corrente, scese e scese sempre più.
Ma quelle acque increspate gli nascosero per sempre il tesoro.”  [...leggi tutto about Un premio]

Qualunque atto d’impegno che tenda a unire il discepolo al Maestro conduce pertanto a conoscere le leggi superiori

Submitted by Lotos on 14 June, 2016 - 08:00

Qualunque atto d’impegno che tenda a unire il discepolo al Maestro conduce pertanto a conoscere le leggi superiori. Il discepolo che rifiuta il Maestro dà prova evidente di ignoranza, in quanto blocca il proprio sviluppo. Qualunque forza che attrae lo spirito in alto è promotrice di sviluppo. Come pensare di ampliare la coscienza ed elevare lo spirito se non si accetta la Mano del Gerarca? L’orgoglio ritarda pericolosamente il progresso! È dunque urgente mostrare a tutti coloro che avversano la totale devozione al Maestro, che la forza della devozione è l’unica capace di raffinare la coscienza. Bisogna coltivare la cultura dello spirito e del pensiero, con ciò comprovando l’invincibile devozione alla Gerarchia. Solo così lo spirito si eleva; solo così lo spirito può evolvere. La bellezza del Servizio sta nel fondersi assieme delle coscienze. Quando gli archi di coscienza sono unificati, la Luce regna, e l’ordinamento supremo si avvera. Solo così si stabilisce la massima Legge! Così Noi creiamo!  [...leggi tutto about Qualunque atto d’impegno che tenda a unire il discepolo al Maestro conduce pertanto a conoscere le leggi superiori]

La ricerca di Shamballa

Submitted by Lotos on 9 January, 2016 - 19:38

L’uomo è spietato verso sé medesimo. Quando compiange il proprio fato dimentica che egli stesso s’infligge una pena severa. Ci è difficile far capire all’uomo il concetto di karma; ma in condizioni ancora più intrattabili è la coscienza di chi corre diritto a gettarsi nell’abisso. Si preferisce distruggere e ingannare sé stessi piuttosto che illuminare la coscienza.
Nel campo spirituale la ricerca di Shamballa esiste in molte varianti. Ma è forse possibile pensare di arrivare a quella Comunità semplicemente invadendola o digiunando? A chi sa che esiste una strada che porta a Noi, diciamo: “Segui la via dell’amore. Segui la via del lavoro. Segui la via segnata dallo scudo della fede!”. A chi ha scoperto la Nostra Immagine nel proprio cuore diremo: “Va’ per la via del cuore, e il Calice te la renderà manifesta!”. Ma a chi, per orgoglio, crede di aver scoperto il sentiero, diremo invece: “Vattene, e impara dallo spirito, che conosce il compimento”.
 [...leggi tutto about La ricerca di Shamballa]

Tenete alta la vostra luce

Submitted by Lotos on 31 December, 2015 - 11:01

Il prodigio della Bellezza nell’adornare
la nostra vita quotidiana esalterà il genere umano.
Tenete alta la vostra luce.
Illuminate le bellezze del Mio Tempio.
Insegnate la Gioia della Bellezza.
Insegnate la Felicità della Saggezza.
Insegnate la Beatitudine dell’Amore.
Insegnate la Gloria dell’unione con Dio.
Vi darò la potenza e la rapidità di Mercurio.
Avanzate senza dubbi, senza paura,
senza voltarvi indietro.  [...leggi tutto about Tenete alta la vostra luce]

Il Messaggero di Fuoco vi ha dato la spada del coraggio

Submitted by Lotos on 27 September, 2015 - 08:08

Mostrerò il potere delle tenebre
a chi è capace di vincerle.
Gli uomini non capiscono la loro felicità.
Io sono il Custode della vostra felicità.
Il Messaggero di Fuoco vi ha dato la spada del coraggio.
Sappiate che la via è stata segnata, seguitela.
Seguite la vostra via.  [...leggi tutto about Il Messaggero di Fuoco vi ha dato la spada del coraggio]

Un allievo che cercando un miracolo

Submitted by Lotos on 26 August, 2015 - 07:44

A Colui della grande Illuminazione venne un giorno un allievo che cercando un miracolo, disse: “Dopo il miracolo avrò fede.”
Il Maestro sorrise con tristezza e operò per lui un grande miracolo.
“Ecco”, esclamò l’allievo, “ora sono pronto a salire tutti i gradini dell’Insegnamento sotto la tua guida.”
Ma il Maestro, indicando la porta, gli disse: “Vattene, non ho più bisogno di te!”.  [...leggi tutto about Un allievo che cercando un miracolo]

Discriminate dunque con cura fra residui assurdi e vie di approccio alla bellezza

Submitted by Lotos on 6 June, 2015 - 07:55

Urusvati ha ragione di rammaricarsi per certi rituali che persistono pur essendo superati. La Saggezza eterna è una cosa, ma i riti logori e antiquati che intralciano il progresso sono cosa ben diversa. Relitti nocivi sono presenti in tutti i campi. Si annidano ovunque: fra i manti regali, nelle toghe, in tutti i vestimenti. Hanno perso il senso originario, e non si riesce più a capire come simili assurdità convenzionali potessero esprimere simboli elevati. In antico certi rituali che paiono strani avevano un preciso significato, che ora è stato del tutto dimenticato.
In passato i Capi di Stato svolgevano il loro lavoro assieme alle massime funzioni spirituali, e sovente erano alla testa di società dai fini nobilissimi. Col tempo questi incarichi si perdettero, e i governanti rimasero semplici funzionari di istituti insignificanti e persino dannosi. Se ne vedono esempi ovunque. È davvero triste che restino pochi esigui brandelli di rituali, e tuttavia serbano ancora un senso interiore, ma in mani ignoranti persino questi frammenti sono pericolosi. Noi cerchiamo di purificare o eliminare i resti dei rituali, perché oscurano le coscienze.
 [...leggi tutto about Discriminate dunque con cura fra residui assurdi e vie di approccio alla bellezza]

Pages

Subscribe to RSS - Maestro