You are here

Comunità e l'unione

Affrettiamoci a capire il Maestro

Submitted by Lotos on 5 August, 2016 - 13:28

Affrettiamoci, affrettiamoci a capire il Maestro! Circondiamolo con le mura protettive della devozione, così saremo anche noi nella fortezza. Dopo aver peregrinato alquanto senza meta, capirete che dov’è il Maestro c’è sempre la vittoria, mentre la sconfitta ha luogo quando si è tradito il Maestro. Dove sta la sconfitta, lì ci curvammo a strappare e demolire il proposito del giusto fine. Nella sconfitta respingemmo la freccia esperta dell’aiuto. Possiamo asserire che nell’ora del pericolo diremo il Nome del Maestro? Siamo capaci di rendere testimonianza del Suo Nome?
Sappiamo esultare di gratitudine per il Maestro? O ci chiediamo talvolta perché l’Insegnamento non si adatta alle nostre abitudini? Perché l’Insegnamento disturba la nostra pigrizia? Perché siamo risvegliati da un sonno che vogliamo giustificare?
 [...leggi tutto about Affrettiamoci a capire il Maestro]

Noi preferiamo fare a meno della specialità

Submitted by Lotos on 19 March, 2016 - 08:45

Noi preferiamo fare a meno della specialità, poiché viviamo per l’intero complesso della vita. Lo specialista che si accosta a Noi perde sempre le sue lenti monocromatiche. Quindi, fate ogni sforzo affinché la specialità diventi solo uno dei piatti della vostra mensa. Come uccelli sulla Terra, come api su tutti i fiori, possiamo abbracciare tutto l’universo.
Senza una specialità è più facile prepararsi al compito evolutivo odierno — il rapporto con i mondi lontani e la trasformazione del Mondo Astrale, che è il mondo delle oscure sopravvivenze terrene. L’adozione del concetto di Comunità aprirà i cancelli di future conquiste, ma le date dipendono dagli uomini stessi. Cerchiamo dunque la Comunità con grandezza.  [...leggi tutto about Noi preferiamo fare a meno della specialità]

La ricerca di Shamballa

Submitted by Lotos on 9 January, 2016 - 19:38

L’uomo è spietato verso sé medesimo. Quando compiange il proprio fato dimentica che egli stesso s’infligge una pena severa. Ci è difficile far capire all’uomo il concetto di karma; ma in condizioni ancora più intrattabili è la coscienza di chi corre diritto a gettarsi nell’abisso. Si preferisce distruggere e ingannare sé stessi piuttosto che illuminare la coscienza.
Nel campo spirituale la ricerca di Shamballa esiste in molte varianti. Ma è forse possibile pensare di arrivare a quella Comunità semplicemente invadendola o digiunando? A chi sa che esiste una strada che porta a Noi, diciamo: “Segui la via dell’amore. Segui la via del lavoro. Segui la via segnata dallo scudo della fede!”. A chi ha scoperto la Nostra Immagine nel proprio cuore diremo: “Va’ per la via del cuore, e il Calice te la renderà manifesta!”. Ma a chi, per orgoglio, crede di aver scoperto il sentiero, diremo invece: “Vattene, e impara dallo spirito, che conosce il compimento”.
 [...leggi tutto about La ricerca di Shamballa]

Il lavoro deve essere volontario

Submitted by Lotos on 25 May, 2015 - 18:57

E un’altra condizione si deve rigorosamente osservare: il lavoro deve essere volontario. La cooperazione deve essere volontaria. La comunità deve essere volontaria. Il lavoro non deve essere imposto, perchè rende schiavi. Alla base del progresso deve stare l’assenso spontaneo. Nessuno porti la dissoluzione nella casa nuova. Gli operai, i costruttori, i creatori, sono come aquile che salgono in volo. La polvere e i rifiuti del degrado si dissolvono solo quando il volo è ampio.  [...leggi tutto about Il lavoro deve essere volontario]

Fate del Nostro Insegnamento la vostra stessa dimora

Submitted by Lotos on 14 May, 2015 - 07:44

Fate del Nostro Insegnamento la vostra stessa dimora, la vostra costruzione. Lasciate che l’alito della rigenerazione pervada tutto il vostro essere. L’importanza della Comunità si manifesta con un pensiero unanime sullo sviluppo del mondo. Perfino la distribuzione dei beni materiali di prima necessità deriva dalla comprensione della verità più elevata. Ma i pensieri che riguardano i benefici materiali minori non hanno importanza. Si devono scartare anche i pensieri sulla quantità, per tendere decisamente solo alla qualità. Bisogna parlare senza stancarsi dell’importanza della qualità e del danno causato dal dubbio.  [...leggi tutto about Fate del Nostro Insegnamento la vostra stessa dimora]

Come intendere la tolleranza

Submitted by Lotos on 11 February, 2015 - 13:03

Dirò come intendere la tolleranza. Quando parliamo di una tolleranza superiore, intendiamo che la Gerarchia può essere indulgente, poiché il cuore del Gerarca comprende tutto; è sensibile a tutto, conosce tutti gli impulsi e le intenzioni, e soppesa ogni bene e ogni male. Con la Sua clemenza, lo Spirito superiore scende al livello di coscienza del discepolo, e con la Sua indulgenza e tolleranza eleva il discepolo. Ma non è in questo senso che il discepolo deve intendere le indicazioni sulla tolleranza. Se il discepolo è intollerante nei confronti del proprio ambiente, la qualità che gli occorre non si può chiamare indulgenza. Quando gli viene suggerito di coltivare la mirabile qualità della tolleranza, significa che per prima cosa deve eliminare ogni atto di critica. Essere tolleranti non significa avere sempre la supremazia sui propri compagni, né che lo spirito sia di tale levatura da poter giudicare chi gli sta intorno. Il consiglio di essere tolleranti vuole soprattutto risvegliare nel discepolo la comprensione del fatto che lo spirito deve liberarsi dell’egoismo, perché l’egoismo è portatore delle più orribili mostruosità.  [...leggi tutto about Come intendere la tolleranza]

Subscribe to RSS - Comunità e l'unione