You are here

Come mai a volte escono fiamme dalle piante dei piedi?

Primary tabs

Submitted by Lotos on 28 May, 2017 - 22:17

Come mai a volte escono fiamme dalle piante dei piedi? La lotta strenua è come il fuoco, è inarrestabile come l’uragano. La comprensione ardente dei Nostri Decreti dà ali di fuoco. Quell’autoprotezione ignea è come un muro, dietro il quale osservate la battaglia, vigili e pronti a scoccare le frecce.
O guerrieri, che corrente indomita, mai ripetibile e occulta agli occhi del mondo infuria attorno al vostro campo! Cosa vi induce a tenere affilate le spade e levati gli scudi con pazienza? Direte:
“Conosciamo le date prefisse della Terra e nulla può annebbiarci la vista. Il Custode delle date ci ha confidato la conformità delle forze e delle decisioni. Ieri fremevamo nell’attesa, ma oggi ci rallegra l’ardore della battaglia, sapendo che è destinata e foriera di vittoria.
“Signore delle Sette Porte, guidaci verso il sole, chè abbiamo traversata la mezzanotte.
Le nostre frecce sono Tue, Signore.
Senza il Tuo Comando non entreremo nella città del riposo.
Né un’ora, né un giorno, né un anno si fermerà la nostra marcia;
Poiché Tu, il velocissimo, tieni le redini dei nostri cavalli.
Poiché anche Tu hai percorsa questa via e lasciata in pegno la Tua pazienza.
O Guardiano, donde nasce il fiume della pazienza?”.
“Dalla miniera della fiducia”.
Chissà dove cambia cavallo il messaggero?

[Agni Yoga, 117]