Quale beneficio personale vadano cercando?

Submitted by Lotos on 19 August, 2015 - 07:36

Alcuni verranno e asseriranno che nemmeno l’Insegnamento più eccelso basta a soddisfarli; desiderano ancora qualcos’altro. Domandate loro quale beneficio personale vadano cercando — non potrete sbagliare ponendo questa domanda. Quel non appagamento scaturisce molto sovente dal desiderio di acquisizioni personali. Neppure l’Infinito affascina tali ipocriti, interessati solo all’ansiosa ricerca di piaceri materiali. Non si fermano a lungo presso l’Insegnamento; se ne vanno non appena percepiscono lo spirituale e non più il fisico. Sono proprio questi coloro che, non trovando monete d’argento, si tramutano nei più infami traditori. Perciò né il potere della Grazia né l’AUM li toccano o li illuminano: il cuore già nero come il carbone resta tale e va in cenere.  [...leggi tutto about Quale beneficio personale vadano cercando?]

Una manifestazione è da intendersi come evidenza non per l’occhio, ma per la coscienza

Submitted by Lotos on 20 June, 2015 - 07:43

Una manifestazione è da intendersi come evidenza non per l’occhio, ma per la coscienza. Ecco la differenza fra la Nostra e la vostra comprensione. Ciò che per voi è un fatto, è solo un effetto, mentre Noi scorgiamo il fatto vero, a voi invisibile.
Il cieco giudica il lampo dal tuono, ma chi vede non ha paura del tuono. È necessario quindi saper distinguere i fatti veri dai loro effetti.
Quando parliamo di un evento predestinato, Noi ne vediamo la vera origine; ma il giudizio di chiunque giudica dagli effetti visibili è sempre in ritardo. Quando Noi diciamo: “Contrastate l’evidenza”, intendiamo: “Non cadete sotto l’illusione degli eventi transitori”. Si deve distinguere nettamente fra passato e futuro. L’umanità soffre a causa di questa mancanza di discernimento, e perciò vortica nell’illusione degli effetti.
Una scintilla creativa sta nel processo dell’evento, non nei suoi effetti. Poiché si cura solo degli effetti, l’umanità è come il cieco che ode solo il tuono. È possibile distinguere fra chi giudica dagli
eventi, e chi giudica dagli effetti.
 [...leggi tutto about Una manifestazione è da intendersi come evidenza non per l’occhio, ma per la coscienza]

Grande potere della fede senza veleno dello scetticismo

Submitted by Lotos on 17 June, 2015 - 07:30

A un artista fu ordinato un tempo di rappresentare simbolicamente la fede. Egli fece una figura umana dall’aspetto irremovibile. Il volto era levato al cielo, ed esprimeva un impegno irriducibile, e lo sguardo emanava una radianza infuocata. Tutta la figura era sublime, ma fra le pieghe della veste si scorgeva un piccolo serpe nero che sembrava contorcersi. A chi gli domandò cosa fosse quell’elemento oscuro, estraneo allo splendore dell’immagine, rispose: “È la piccola coda dell’incredulità”.
Ciò significa che anche in una grande fede può insinuarsi sovente il piccolo serpente dello scetticismo. Attenti a questa serpe velenosa. Sono piccoli serpenti che spandono molto veleno.
Basta una goccia di quel veleno per annientare la fede più radiante. Molto si è detto sul grande potere della fede, ma a patto che sia una fede totale, e senza veleno.  [...leggi tutto about Grande potere della fede senza veleno dello scetticismo]

Lettera №8. La “comunicazione diretta” con me

Submitted by Lotos on 6 June, 2015 - 19:52

Mio caro amico, voi siete certamente sulla giusta via, la via dei fatti e delle azioni, non delle semplici parole - che voi possiate vivere a lungo e proseguire!... Spero che questo non sia da voi considerato un incoraggiamento ad essere “bonaccione” - un’espressione indovinata che mi ha fatto ridere. Infatti, voi avanzate come una specie di Kalki Avatar, scacciando le tenebre del “Kaliyuga”, la notte della S. T. in decadenza e la fata morgana del suo Regolamento. Devo fare in modo che la parola fecit appaia in caratteri invisibili, benché indelebili, dietro al vostro nome nella lista del Consiglio Generale, affinché un giorno o l’altro possa diventare una porta segreta per penetrare nel cuore del più severo Khobilgan...(Tulku N.d.T.)

   [...leggi tutto about Lettera №8. La “comunicazione diretta” con me]

Tags:

Bisogna distinguere fra sdegno dello spirito e irritazione

Submitted by Lotos on 6 June, 2015 - 14:17

Bisogna distinguere fra sdegno dello spirito e irritazione. Il fuoco dell’irritazione è di due specie. Quando l’irritazione è di natura cosmica impersonale, il suo veleno può essere rimosso con una corrente di prana. Ma quando sentimenti nocivi, come la presunzione o la pietà di sé, intensificano l’irritazione, quel sedimento velenoso precipita nei centri. E allora non c’è modo di espellerlo; lo si può eliminare solo sviluppando la percezione cosmica.
Si deve capire che la qualità del pensiero fa guarire. La gratitudine, allo stesso modo, è il miglior purificante dell’organismo. Chi ha trovato il seme e compreso la cura premurosa del Seminatore, può emettere gratitudine nello spazio. Grande è il potere curativo della gratitudine emanata. Qualsiasi astrazione deve essere trasformata in realtà.  [...leggi tutto about Bisogna distinguere fra sdegno dello spirito e irritazione]

Discriminate dunque con cura fra residui assurdi e vie di approccio alla bellezza

Submitted by Lotos on 6 June, 2015 - 07:55

Urusvati ha ragione di rammaricarsi per certi rituali che persistono pur essendo superati. La Saggezza eterna è una cosa, ma i riti logori e antiquati che intralciano il progresso sono cosa ben diversa. Relitti nocivi sono presenti in tutti i campi. Si annidano ovunque: fra i manti regali, nelle toghe, in tutti i vestimenti. Hanno perso il senso originario, e non si riesce più a capire come simili assurdità convenzionali potessero esprimere simboli elevati. In antico certi rituali che paiono strani avevano un preciso significato, che ora è stato del tutto dimenticato.
In passato i Capi di Stato svolgevano il loro lavoro assieme alle massime funzioni spirituali, e sovente erano alla testa di società dai fini nobilissimi. Col tempo questi incarichi si perdettero, e i governanti rimasero semplici funzionari di istituti insignificanti e persino dannosi. Se ne vedono esempi ovunque. È davvero triste che restino pochi esigui brandelli di rituali, e tuttavia serbano ancora un senso interiore, ma in mani ignoranti persino questi frammenti sono pericolosi. Noi cerchiamo di purificare o eliminare i resti dei rituali, perché oscurano le coscienze.
 [...leggi tutto about Discriminate dunque con cura fra residui assurdi e vie di approccio alla bellezza]

Affermiamo quindi l’amore per un lavoro preferito, che nobilita la vita

Submitted by Lotos on 26 May, 2015 - 07:49

Chi predilige e ama un mestiere vi introduce una qualità elevata. Allora, in tutta la vita, si afferma una bella qualità. Nulla resta oscuro. L’ignoranza diviene un’offesa vergognosa. La tenebra è infettiva, ma la Luce attrae. Affermiamo quindi l’amore per un lavoro preferito, che nobilita la vita.
Sta alla scienza indicare la qualità migliore. La scienza dovrebbe attirare le energie più potenti. Che la conoscenza dello spirito splenda su ogni banco di lavoro.  [...leggi tutto about Affermiamo quindi l’amore per un lavoro preferito, che nobilita la vita]

Il lavoro deve essere volontario

Submitted by Lotos on 25 May, 2015 - 18:57

E un’altra condizione si deve rigorosamente osservare: il lavoro deve essere volontario. La cooperazione deve essere volontaria. La comunità deve essere volontaria. Il lavoro non deve essere imposto, perchè rende schiavi. Alla base del progresso deve stare l’assenso spontaneo. Nessuno porti la dissoluzione nella casa nuova. Gli operai, i costruttori, i creatori, sono come aquile che salgono in volo. La polvere e i rifiuti del degrado si dissolvono solo quando il volo è ampio.  [...leggi tutto about Il lavoro deve essere volontario]

Fate del Nostro Insegnamento la vostra stessa dimora

Submitted by Lotos on 14 May, 2015 - 07:44

Fate del Nostro Insegnamento la vostra stessa dimora, la vostra costruzione. Lasciate che l’alito della rigenerazione pervada tutto il vostro essere. L’importanza della Comunità si manifesta con un pensiero unanime sullo sviluppo del mondo. Perfino la distribuzione dei beni materiali di prima necessità deriva dalla comprensione della verità più elevata. Ma i pensieri che riguardano i benefici materiali minori non hanno importanza. Si devono scartare anche i pensieri sulla quantità, per tendere decisamente solo alla qualità. Bisogna parlare senza stancarsi dell’importanza della qualità e del danno causato dal dubbio.  [...leggi tutto about Fate del Nostro Insegnamento la vostra stessa dimora]

Pages

Subscribe to Agni Yoga in Italia RSS