Sapete che a 3500 metri d’altezza il corpo astrale acquista una qualità speciale

Submitted by Lotos on 14 August, 2016 - 11:30

Sapete che a 3500 metri d’altezza il corpo astrale acquista una qualità speciale. Ogni altitudine influisce in modo specifico su ciascuno dei corpi. Avrete notato che a quota 2000 si può ridurre la quantità del cibo. Mentre si sale di quota il bisogno di cibo cala gradualmente, finché a 5000 metri la riduzione è notevole. Io sconsiglio l’uso di vino, caffè, pepe e altre spezie oltre i 2700 metri. Sopra i 5000, anche il the forte è da evitare. Con la quantità di cibo diminuisce pure il bisogno di dormire; il sonno può durare non più di sei ore, e a 6000 metri quattro ore sono già sufficienti. Da ciò si può dedurre che a grandi altezze si può restare quasi senza dormire e mangiare.
 [...leggi tutto about Sapete che a 3500 metri d’altezza il corpo astrale acquista una qualità speciale]

Affrettiamoci a capire il Maestro

Submitted by Lotos on 5 August, 2016 - 13:28

Affrettiamoci, affrettiamoci a capire il Maestro! Circondiamolo con le mura protettive della devozione, così saremo anche noi nella fortezza. Dopo aver peregrinato alquanto senza meta, capirete che dov’è il Maestro c’è sempre la vittoria, mentre la sconfitta ha luogo quando si è tradito il Maestro. Dove sta la sconfitta, lì ci curvammo a strappare e demolire il proposito del giusto fine. Nella sconfitta respingemmo la freccia esperta dell’aiuto. Possiamo asserire che nell’ora del pericolo diremo il Nome del Maestro? Siamo capaci di rendere testimonianza del Suo Nome?
Sappiamo esultare di gratitudine per il Maestro? O ci chiediamo talvolta perché l’Insegnamento non si adatta alle nostre abitudini? Perché l’Insegnamento disturba la nostra pigrizia? Perché siamo risvegliati da un sonno che vogliamo giustificare?
 [...leggi tutto about Affrettiamoci a capire il Maestro]

Il Maestro è il Faro che lo guida

Submitted by Lotos on 3 July, 2016 - 16:40

L’idea di obbedire a un Maestro è estranea all’umanità. Eppure, come potrebbe uno spirito restare sconfitto se il Maestro è il Faro che lo guida? Come può il fuoco del discepolo spegnersi se il Maestro accende tutti i fuochi? Come potrebbe lo Scudo del Maestro ostacolare l’allievo se è già ispirato dal Maestro? Nella coscienza umana è appena fioco il desiderio di impegnarsi in mutua cooperazione. Ma l’uomo deve imparare ad agire indipendente e a far suoi i pensieri emessi dal Maestro. Così la Mente cosmica evolve; e l’uomo deve imparare a costruire in maniera superiore. In verità, chi emula il Maestro ne assimila l’Immagine.  [...leggi tutto about Il Maestro è il Faro che lo guida]

Un premio

Submitted by Lotos on 26 June, 2016 - 17:11

A chi vi chiede un premio, narrate questa parabola:
“Un uomo dava molto denaro per opere di bene, ma si attendeva un compenso. Un giorno il suo Maestro gli mandò un sasso, con queste parole: ‘Accetta in premio il tesoro della stella lontana.’
L’uomo si indignò. ‘Mi viene data una pietra in cambio del mio oro! Che m’importa di una stella lontana?’.
E, irritato e avvilito, gettò la pietra in un torrente di montagna.
Ma venne il Maestro e gli disse: ‘Ti è piaciuto il tesoro? Quel sasso contiene il più splendido dei diamanti, ben più scintillante delle gemme terrestri.’
L’uomo disperato corse al torrente. E seguendo la corrente, scese e scese sempre più.
Ma quelle acque increspate gli nascosero per sempre il tesoro.”  [...leggi tutto about Un premio]

Qualunque atto d’impegno che tenda a unire il discepolo al Maestro conduce pertanto a conoscere le leggi superiori

Submitted by Lotos on 14 June, 2016 - 08:00

Qualunque atto d’impegno che tenda a unire il discepolo al Maestro conduce pertanto a conoscere le leggi superiori. Il discepolo che rifiuta il Maestro dà prova evidente di ignoranza, in quanto blocca il proprio sviluppo. Qualunque forza che attrae lo spirito in alto è promotrice di sviluppo. Come pensare di ampliare la coscienza ed elevare lo spirito se non si accetta la Mano del Gerarca? L’orgoglio ritarda pericolosamente il progresso! È dunque urgente mostrare a tutti coloro che avversano la totale devozione al Maestro, che la forza della devozione è l’unica capace di raffinare la coscienza. Bisogna coltivare la cultura dello spirito e del pensiero, con ciò comprovando l’invincibile devozione alla Gerarchia. Solo così lo spirito si eleva; solo così lo spirito può evolvere. La bellezza del Servizio sta nel fondersi assieme delle coscienze. Quando gli archi di coscienza sono unificati, la Luce regna, e l’ordinamento supremo si avvera. Solo così si stabilisce la massima Legge! Così Noi creiamo!  [...leggi tutto about Qualunque atto d’impegno che tenda a unire il discepolo al Maestro conduce pertanto a conoscere le leggi superiori]

Il Mio sentiero sarà la tua vittoria

Submitted by Lotos on 20 March, 2016 - 11:31

Spandi i semi dell’Insegnamento poco a poco. Lascia che inondi inavvertito l’essere. Il tempo dei sermoni è finito, e rimane la vita. Ispira la coscienza del tuo fratello con un tocco impercettibile, datogli come pane quotidiano. Svela e comprendi la sua collera; spegnila insegnandogli a essere adatto al fine. Fallo saldo nella gioia di sapersi contenere. Attento a non mostrargli dei miracoli, ma rivelagli la commensura di ciò che passa nell’Infinito. Elimina le ferie speciali e fai della vita una vacanza perpetua.
“La Mia vacanza sarà la tua. Il Mio sentiero sarà la tua vittoria. La Mia generosità, il tuo retaggio. Ora non vedi quella generosità, ma stupirai un giorno per la tua trasformazione. Non ho bisogno di ringraziamenti, ma la gratitudine sarà il tuo alimento, perché il fuoco della gratitudine è supremo sulle fiamme delle altre offerte.”
“Maestro, vedo e ricordo per sempre.”
La successione manifesta dei Maestri splende come un filo di perle fra i mondi. Aggiungi anche la tua perla!  [...leggi tutto about Il Mio sentiero sarà la tua vittoria]

Noi preferiamo fare a meno della specialità

Submitted by Lotos on 19 March, 2016 - 08:45

Noi preferiamo fare a meno della specialità, poiché viviamo per l’intero complesso della vita. Lo specialista che si accosta a Noi perde sempre le sue lenti monocromatiche. Quindi, fate ogni sforzo affinché la specialità diventi solo uno dei piatti della vostra mensa. Come uccelli sulla Terra, come api su tutti i fiori, possiamo abbracciare tutto l’universo.
Senza una specialità è più facile prepararsi al compito evolutivo odierno — il rapporto con i mondi lontani e la trasformazione del Mondo Astrale, che è il mondo delle oscure sopravvivenze terrene. L’adozione del concetto di Comunità aprirà i cancelli di future conquiste, ma le date dipendono dagli uomini stessi. Cerchiamo dunque la Comunità con grandezza.  [...leggi tutto about Noi preferiamo fare a meno della specialità]

Ogni gesto fisico è risultato, di un atto psichico

Submitted by Lotos on 13 March, 2016 - 14:26

Urusvati sa che ogni gesto fisico è risultato, di un atto psichico. L’idea non è nuova, ma poiché nessuno riconosce che l’azione è preceduta dal pensiero, parlare di atti psichici sembra uno scherzo.
Bisogna considerare che qualunque atto fisico comporta molte funzioni sottili e che non si produce solo per volere personale ma anche per influsso di energie estranee. In questo modo la comprensione dei fatti terreni si espande senza limite. Se si accetta l’idea di tale collaborazione illimitata si ha una visione ben più ampia dell’intera esistenza.
Bisogna cercare di dilatare le concezioni umane. Le scuole attuali ne sono del tutto incapaci. Per l’uomo comune questi Nostri discorsi sono sciocchi o folli! Sapete bene che la Fratellanza viene derisa perché propone di mostrare all’uomo lo scopo della vita.
Le forze del male vigilano assidue, pronte a corrompere ogni impresa benefica. Sbaglia chi crede che gli interventi del male siano fortuiti: al contrario, quelle forze hanno i loro seguaci e sono bene organizzate L’ingenuo pensa che il male vada semplicemente ignorato, ma Noi esortiamo alla prudenza e a migliorare le difese.
 [...leggi tutto about Ogni gesto fisico è risultato, di un atto psichico]

Le lettere dei Mahatma

Submitted by Lotos on 14 February, 2016 - 14:49

Le Lettere dei Mahatma ad A.P. Sinnett, scritte in un arco temporale che va dal 1880 al 1884, rappresentano uno dei testi fondamentali della letteratura teosofica, vuoi perché si riferiscono alla fase iniziale della storia della Società Teosofica, vuoi perché gli autori sono K.H. e M., dunque i Mahatma ispiratori della Società Teosofica fondata nel 1875.

La presente ristampa è introdotta da alcuni importanti articoli pubblicati sul tema delle Lettere da Edoardo Bratina, (Segretario Generale della Società Teosofica Italiana dal 1971 al 1995).

La lettura di questo testo consente non solo di immergersi in una delle fonti principali del pensiero teosofico di fine Ottocento ma permette anche di valutare direttamente la profondità e la qualità filosofica del messaggio teosofico moderno.  [...leggi tutto about Le lettere dei Mahatma]

Fratelli dell’Umanità sopportano tutto il peso della coscienza umana

Submitted by Lotos on 13 February, 2016 - 08:46

Quanto poco gli uomini riflettono sull’idea di responsabilità, se pensano a Shambhala come a un luogo destinato al riposo! Se solo si rendessero conto che i Fratelli dell’Umanità sopportano tutto il peso della coscienza umana! Se gli uomini capissero che Noi ci siamo assunti la responsabilità dei loro sistemi! Se si accorgessero che, in essenza, Shambhala è la Fonte che crea un
nuovo e migliore ordine per il genere umano!
Quando dico che abbiamo il compito di soffondere la crosta terrestre, l’uomo dovrebbe comprendere che il pianeta deve risollevarsi. Il Cosmo attende!
Gli uomini implorano il Bene. Ma l’Universo afferma l’umanità non solo perché sappia ricevere, ma ricevere e creare. Tale è il modello posto, e lo spirito di un creatore può costruire potentemente quando la forza della tensione raggiunge le vette del Cosmo.  [...leggi tutto about Fratelli dell’Umanità sopportano tutto il peso della coscienza umana]

Pages

Subscribe to Agni Yoga in Italia RSS